14 febbraio 2018

Presto Giuramento di Obbedienza Cieca a Bergoglio


Presto Giuramento di Obbedienza Cieca a Bergoglio


Nella preparazione di togliere la Santissima Eucaristia da tutte le chiese pubbliche cattoliche in tutto il mondo per via di una messa ecumenica invalida obbligatoria, ci sono molti indicazioni che per la prima volta mai, tutti i diaconi, sacerdoti, vescovi e cardinali dovranno fare un GIURAMENTO DI FEDELTÀ TOTALE A BERGOGLIO, NON A CRISTO, come hanno sempre fatto nel passato, durante la Messa del Crisma, Mercoledì (28 marzo 2018) della Settimana Santa (o Giovedì in alcuni diocesi). In tutta probabilità, questo sarà l’inizio dello scisma più grande nella storia della Chiesa Cattolica. Dopo la grande maggioranza dei sacerdoti e vescovi faranno questo giuramento solenne, non soltanto che Bergoglio potrà muoversi più velocemente di manipolare la Chiesa verso i suoi scopi, ma la persecuzione contro i pochi sacerdoti e vescovi che rimarranno fedeli alla Verità immutabile di Dio accelererà molto veloce!


LA BATTAGLIA FONDAMENTALE DI TUTTI I TEMPI è chi stabilisce la verità, Dio o il mondo, Dio o Satana, Dio o ogni persona? Questa battaglia aumenterà ancora di più nei prossimi anni prima della seconda venuta di Gesù Cristo. Lucifero ha detto, io sono Dio, decido io la Verità, e San Michele Arcangelo ha risposto con il suo nome: “Chi è come Dio?” … (“Chi Decide La Verità?”; http://cibo-spir.blogspot.it/2014/06/chi-decide-la-verita.html).


C'è meno preghiera che mai, più peccato che mai, ancora peggio, l'indifferenza come il peccato non esistesse più, e perciò abbiamo dato tanto potere al “padre della menzogna”, Satana (Gv 8,44). In particolare Satana ha più potere di “mascherarsi come un angelo di luce” (2Cor 11,14), per offrire le sue belle bugie mortali come fossero “la verità che ci fa liberi” (Gv 8,32), invece le bugie di Satana ci fanno schiavi adesso e per tutta l’eternità!


Gesù ha detto “I sono la Verità” (Gv 14,6). Perciò il “padre della menzogna” (Gv 8,44), Satana, cerca di offrire le sue belle bugie come fossero la verità. Satana ha più seguaci oggi che mai nella storia dell’umanità. In particolare nei ultimi 50-60 anni molti cristiani e cattolici sono stati attirati nel seguire la via facile, un cristianesimo senza la croce e senza la responsabilità, per ignorare o ribellare contro l’insegnamento costante della Chiesa, soprattutto in quanto riguarda la morale sessuale (Humanae Vitae, 1968). Perciò Dio ci ha finalmente dato ciò che vogliamo, un Papa (falso, non canonicamente eletto) che approva la verità secondo ciò che l’uomo vuole invece la Verità che Dio ci ha dato per il nostro vero bene e che ci fa liberi veramente (Gv 8,32). La profezia di San Francesco d’Assisi ne ci ha detto più di 800 anni fa (“La “Profezia” di San Francesco (Assisi)”; http://cibo-spir.blogspot.it/2013/11/profezia-san-francesco.html). Perciò adesso, dopo questa preparazione remota e prossima di Satana per portarci nel soggettivismo e relativismo in cui ogni persona diventa ciò che Satana crede di essere, dio, tutti i chierici nella Chiesa cattolica dovranno fare un giuramento di obbedienza cieca totale a questo papa falso, o confrontare le conseguenze tremende, che alla fine porterà al martirio di tanti sacerdoti e vescovi fedeli alla Verità Eterna, Gesù Cristo.


“Spifferi parte LVII: il pericolo dello scisma. Giuramento di fedeltà al magistero di Bergoglio” di Fra Cristoforo
Premetto che ciò che viene riportato negli Spifferi proviene da una fonte molto addentro agli ambienti Vaticani. E che mi riferisce quanto ritiene importante di ciò che riesce a “captare” in tutto l’entourage che quotidianamente bazzica a Santa Marta. Dunque io riporto esclusivamente ciò che mi viene “confidato”. E lo pubblico per dovere di Verità. Posso dirvi che la fonte è degna di attendibilità. Ne è prova il fatto che tanti Spifferi si sono ormai tristemente realizzati. Quelli che ancora non hanno avuto risvolti, non è che non avverranno. E’ solo una questione di tempo. Perché, come avrete capito, le cose a Santa Marta possono cambiare da un giorno all’altro. Dipende dagli umori. Noi siamo semplici ambasciatori. E come si dice: ambasciator non porta pena.
Chiarito questo arriviamo allo Spiffero. In materia di “riforme” Bergoglio ha sempre avuto le idee molto chiare. Dal primo momento del suo Pontificato ha battuto il chiodo su: migranti, ecologia, ecumenismo. Con la pubblicazione dell’Amoris Laetitia ha poi sigillato il suo “relativismo” in materia di morale. Questi punti ormai nella neochiesa sono assodati. Ormai in quasi tutte le Parrocchie non si sente parlare d’altro. Ai fedeli e ai bambini non si insegna altro che il “verbo” Bergoglio. Come un’ossessione.
Ma come abbiamo visto in questi tempi, non tutti si sono allineati. E tra questi ci sono anche Vescovi e Cardinali. E’ proprio questa la preoccupazione di Bergoglio. Coloro che “resistono”. Non può sopportarlo. E’ più forte di lui. Ecco allora ciò che a Santa Marta si sta studiando da qualche mese.
La mia fonte mi ha confidato che è in fase di studio una sorta di “atto di fedeltà al papa (ovviamente Omissis) e al suo magistero”. Le minuscole sono volute.
Questa specie di “atto di fedeltà” sarà richiesto a tutti i chierici della Chiesa Cattolica, diaconi, sacerdoti, vescovi e cardinali. E dovrà essere PRONUNCIATO FORMALMENTE. Nelle varie diocesi si sceglierà un giorno in cui tutti, vescovo, sacerdoti e diaconi dovranno pronunciare “solennemente” questo atto formale. Il che significherà promettere “fedeltà cieca” al “magistero” e insegnamento di Bergoglio. Naturalmente sarà obbligatorio. Chi non pronuncerà questa “promessa” dovrà considerarsi “sospeso a divinis”.
Se dovesse realizzarsi questo Spiffero (spero proprio di no), saremo alla svolta. E credo che dallo scisma non ci salverà nessuno. Anche perché come si può prestare fedeltà ad un magistero eretico?
A mio parere ci sarà una spaccatura mai vista nella Storia della Chiesa. La neochiesa di Bergoglio, e coloro che invece resteranno fedeli all’ Insegnamento Tradizionale della Chiesa. E da qui la confusione totale.
Per quanto riguarda i tempi, la fonte non si è sbilanciata. Mi ha parlato di qualche mese. Mi ha riferito che il testo è in fase di preparazione.
Credo che sia arrivato il momento di aumentare la preghiera. Invochiamo fortemente la Madonna che ci possa salvare da questa sciagura. Facciamo Adorazione Eucaristica. Preghiamo gli Apostoli, i Martiri, i Santi, le Anime del Purgatorio, gli Arcangeli, gli Angeli. Muoviamo il Cielo il più possibile. Perché se accadrà una cosa simile, la battaglia sarà davvero furibonda. Preghiamo tanto tanto! Preghiamo gli uni per gli altri, perché nessuno di noi ceda davanti al nemico. Aggiungiamo anche il digiuno! Almeno chi può farlo!
E’ vero. Il Signore ci ha detto che le porte degli inferi non prevarranno. Ma non ci ha detto che non ci sarà battaglia. La battaglia ci sarà. E sarà quella decisiva.
Fra Cristoforo


“Spifferi parte LVIII: tra circa un mese lo scisma” di Fra Cristoforo
Arriverà prima di quanto pensassimo. Da Santa Marta arrivano notizie tremende. Bergoglio, che ha toccato con mano la sua perdita di popolarità in questi giorni del suo viaggio in Cile e Perù, vedendo l’ulteriore fallimento del suo gossip del matrimonio in “aereo” ha deciso di giocarsi il tutto per tutto. E tra circa un mese proporrà il famoso “giuramento” al suo magistero, di cui avevamo parlato in precedenza (https://anonimidellacroceblog.wordpress.com/2018/01/08/spifferi-parte-lvii-il-pericolo-dello-scisma-di-fra-cristoforo/).
Motivo di scisma. Perchè tanti Sacerdoti si opporranno.
Questo giuramento sarà fatto davanti ai Vescovi diocesani. Che avranno il compito di annotare chi è stato fedele o meno. I Sacerdoti che non si adegueranno saranno sospesi latae sententiae.
E QUI INIZIERÀ LO SCISMA. Perché a quanto mi risulta, non tutti i Sacerdoti saranno disponibili ad attuare tale giuramento.
Si prevedono tempi molto bui per la Chiesa Cattolica. Preghiamo la Vergine Maria. E facciamo tanta Adorazione Eucaristica.
Fra Cristoforo


Ogni anno durante la Messa del Crisma il Mercoledì della Settimana Santa (o Giovedì in alcune diocesi) i sacerdoti della diocesi pronunciano la loro “Rinnovazione delle Promesse Sacerdotali”. In questa “Rinnovazione”, vediamo che i sacerdoti fanno la loro “Rinnovazione delle Promesse Sacerdotali” a Cristo: “Volete rinnovare le promesse, che al momento dell’ordinazione avete fatto davanti al vostro vescovo e al popolo santo di Dio?” I sacerdoti rinnovano le loro promesse sacerdotali A CRISTO, mentre il “vescovo e al popolo santo di Dio” sono testimoni. I sacerdoti non rinnovano le loro promesse sacerdotali a loro vescovo o al popolo santo di Dio, NÉ AL MAGISTERO DI UN PAPA PARTICOLARE, e neanche alla Chiesa, ma a Cristo!


Perciò le indicazione che ho ricevuto indicano che questo giuramento di obbedienza cieca a Bergoglio avrà luogo in quasi tutte le diocesi del mondo il mercoledì (o giovedì) della Settimana Santa, il 28 marzo 2018!!! Ormai per anni siamo scivolati nella grande apostasia che precede il rivelare dell’Anticristo (2Tess 2,3-12). Adesso l’apostasia verrà all’aperto che diventerà lo scisma più grande nella storia della Chiesa Cattolica! Come Fra Cristoforo ha indicato, “dallo scisma non ci salverà nessuno”. Sarà molto difficile di cambiare l’idea dopo aver fatto un giuramento solenne, similmente è molto difficile di lasciare la Massoneria!
Per vedere la completa “Rinnovazione delle Promesse Sacerdotali” dalla liturgia della Messa del Crisma, vedete sotto, Appendice.


PAPA GIOVANNI PAOLO II (fra altre occasioni) HA PARLATO CON FERMEZZA AI VESCOVI NEGLI STATI UNITI (LA, California, 16-09-1987) CONTRO UN TIPO DI CATTOLICESIMO COME UN BUFFET CON AMPIA VARIETA’ DI SCELTE: “Talvolta è stato detto che un gran numero di cattolici, oggi, non aderisce agli insegnamenti della Chiesa su un gran numero di questioni, soprattutto riguardanti la morale sessuale e coniugale, il divorzio e le nuove nozze. Di alcuni è stato detto che non accettano la chiara posizione della Chiesa riguardo all’aborto. Si è notato inoltre che vi è una tendenza, da parte di alcuni cattolici, ad essere selettivi nella loro adesione agli insegnamenti morali della Chiesa. Alcuni sostengono che il DISSENSO DAL MAGISTERO è del tutto compatibile con l’essere “buoni cattolici” e non costituisce un ostacolo alla ricezione dei sacramenti. QUESTO È UN GRAVE ERRORE che rappresenta una sfida all’ufficio magisteriale dei vescovi degli Stati Uniti, e dei vescovi di altri Paesi. Desidero incoraggiarvi nell’amore di Cristo ad affrontare coraggiosamente nel vostro ministero pastorale questa situazione, affidandovi alla forza della verità divina per guadagnare il consenso, e alla grazia dello Spirito Santo che è donata sia a coloro che proclamano il messaggio sia a coloro ai quali esso è indirizzato.” (http://www.vatican.va/holy_father/john_paul_ii/speeches/1987/september/documents/hf_jp-ii_spe_19870916_vescovi-stati-uniti_it.html).


É interessante che Papa Giovanni Paolo II NON ha detto ai vescovi che dovete obbedire ME come il Papa, MA “il dissenso dal MAGISTERO” della Chiesa Cattolica! Lumen Gentium 25 insegna chiaramente che i documenti di un concilio ecumenico SONO INFALLIBILI (CCC 891). Il Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti (ed. 1992, non 2017!?!) (CCC 888-892) ci dice che le dottrine della Chiesa sono essenziali per arrivare alla santità. “Quando la Chiesa, mediante il suo Magistero supremo, propone qualche cosa “da credere come rivelato da Dio” e come insegnamento di Cristo, “a tali definizioni si deve aderire con l’ossequio della fede”. Tale infallibilità abbraccia l’intero deposito della rivelazione divina” (CCC 891). Ma agli insegnamenti ordinari “i fedeli devono “aderire col religioso ossequio dello spirito” che, pur distinguendosi dall’ossequio della fede, tuttavia ne è il prolungamento” (892). Perciò i documenti di un concilio ecumenico esprimono nel linguaggio umano le verità assolute che non si può cambiare, NEANCHE UN PAPA FUTURO PER MOTIVI APPARENTEMENTE BUONI PER FAR SENTIRE PIÙ A LORO AGGIO I NON CATTOLICI, o per i cattolici non praticanti, o per i cattolici che vogliono cambiare le cose; questo sarebbe ecumenismo falso, misericordia falsa, amore falso, che offre una soluzione superficiale e facile senza la croce di Gesù, ma dopo c’è la schiavitù e la distruzione! Chi sa il meglio, Dio o noi?!? Ci fidiamo a Dio o a noi stessi? Vogliamo passare l’eternità con Dio o eternità separati da Dio? In paradiso c’è posto per un Dio, non due! Dio, per amore, non costringe nessuno di stare con Lui adesso né per l’eternità! In questa vita corta, ognuno fa la sua scelta definitiva per tutta l’eternità! “La pena principale dell’inferno consiste nella separazione eterna da Dio” (CCC 1035).


É molto interessante qui che i papi fino al papa falso non eletto canonicamente, Bergoglio, hanno usato parole simili di quelli di Papa Giovanni Paolo II, “il dissenso dal MAGISTERO”, per richiamare continuamente i laici, i sacerdoti ed i vescovi all’interpretazione autentica della Rivelazione Divina dal Magistero della Chiesa che è stato sempre guidato dallo Spirito Santo. Invece Bergoglio adesso vuole sospendere “latae sententiae” tutti i sacerdoti ed i vescovi che insistono che i cattolici devono rimanere fedeli al Magistero autentico della Chiesa che esprime la Verità da Dio che non può cambiare neanche “un iota o un segno della legge, senza che tutto sia compiuto” (Mt 5,17-18; 24.35). Certamente, davanti a Dio, questo papa falso non validamente eletto non ha nessun potere di sospendere nessuno! Questo è lo stesso comportamento e tattica di tutti i dittatori nella storia del mondo! Le cose adesso sono totalmente rovesciate e pochissime persone tengono i loro occhi aperti di come siamo stati portati e plagiati fino al punto: “Maledetto l’uomo che chiama bene male e male bene” (Is 5,20)!


La Verità, Che è Gesù (Gv 14,6), non cambia con il mondo ne con i tempi! “Cristo ha detto “sono la Verità”; NON ha detto, “sono il costume”.” – San Toribio.


“Non abbiamo bisogno di una Chiesa che è mossa dal mondo, ma una Chiesa che muove il mondo” – G.K. Chesterton.


I papi fino a cinque anni fa, soprattutto Papa Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI, ci hanno detto tante volte: “Ma occorre chiarire bene che OGNI ALLONTANAMENTO DALL'INSEGNAMENTO DELLA CHIESA, O IL SILENZIO SU DI ESSO, nella preoccupazione di offrire una cura pastorale, non è forma né di autentica attenzione né di valida pastorale. SOLO CIÒ CHE È VERO PUÒ ULTIMAMENTE ESSERE ANCHE PASTORALE.”!!!


Un gran numero dei pastori oggi, che hanno trascurati progressivamente il loro impegno principale di proteggere le pecore dalle trappole e le strategie nascoste e sottili del lupo, non insegnano né predicano che le leggi di Dio sono per il nostro vero bene e perciò non predicano delle trasgressioni di queste leggi sante, IL PECCATO, che è l’unico vero male e malattia per le nostre anime immortali. Un gran numero dei pastori hanno rovesciato le priorità dell’amore di Dio primo e poi amore del prossimo, per accontentare prima le persone, e perciò finiscono ad offrire le persone amore falso, misericordia falsa e compassione malconsigliata che porta al grande danno alle anime affidate al loro da Dio.


'l'Anticristo conquisterà molte persone dicendo: 'Voi potete fare tutto ciò che vi piace... è sufficiente che vi amiate...' - Santa Ildegarda di Bingen (1098-1179) (http://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_santaildegarda.htm). Quando San Agostino ha scritto una frase simile, non aveva nessun idea che un giorno avremmo arrivato fino al punto, soprattutto nella Chiesa Cattolica, a capire “amore” separato dalle leggi sante di Dio!


Molto spesso i cristiano sottolineano l’amore, ma se la verità si impiccia, fanno i compromessi perché non vogliono offendere, non vogliono perdere i loro amici o i seguaci, nel nome di “amore”. Ma dall’altra parte ci sono quelli che dicono che la verità è tutto ma non sono tanto attenti di come si trattano le persone che stanno bombardando con la verità; non si può usare la verità come una mazza per picchiare qualcuno, ma dobbiamo portare le persone a vedere la verità di Dio che veramente ci fa liberi (Gv 8,32). Tutti i due sono importante, la Verità e la Verità offerta liberamente con amore. Attraverso il nostro amore possiamo aiutare gli altri a scoprire la pienezza della verità che, speriamo, la vedono nelle nostre vite. Oggi la grande tendenza è di mettere la Verità scomoda da parte per non offendere nessuno, per essere “politicamente corretto” e di rimanere in silenzio della parte della verità o del Vangelo che le persone non vogliono sentire. Questo è amore falso, questo è la preoccupazione soltanto per questa vita corta come se l’eternità non esistesse! Dio ci ha dato i Dieci Comandamenti per il nostro bene o per il nostro male? Ci fidiamo a Dio o ci fidiamo a noi stessi?


Si chiede perché tanti preti e vescovi faranno un giuramento solenne a Bergoglio invece a Cristo come hanno fatto sempre nel passato? La storia della Chiesa e del mondo ci fa vedere chiaramente che quelli che sono andati con gli scismi erano nella grande maggioranza perché è la via più facile, e la via per essere “politicamente corretti”, per non perdere i seguaci personali, amici, e la gloria nella Chiesa davanti agli uomini, non davanti a Dio! Se un sacerdote è stato veramente preoccupato della salvezza eterna della anime affidate a lui, avrebbe già i suoi occhi aperti ai pericoli più grande nella storia della Chiesa e del mondo per le anime oggi, e perciò si sarebbe reso conto del grande pericolo e danno fatto da Amoris Laetitia, e tante altre frutti negativi nei ultimi 5 anni venendo dal Vaticano.


Tantissimi chierici si sono lasciati negli anni di diventare attaccati alle cose e all’onore umano invece di seguire sempre più Cristo crocifisso e umiliato. Perciò quanti preti e vescovi oggi sono preparati, attraverso l’allenamento spirituale continuo di tanta preghiera sincera e vivendo la loro preghiera, compressa la disponibilità di abbracciare i sacrifici quotidiani in un religioso ed austero modo di vita, per non negare Cristo, Che è la Verità (Gv 14,6) scomoda? Quando ho chiesto alcuni sacerdoti qualche anno fa di ciò che Cardinale Kasper stava dicendo e promuovendo ai sinodi sulla famiglia, tutti hanno preso la via più facile e hanno detto di lasciare Papa Francesco decidere, come se i 2000 anni di Rivelazione Divina spiegata nei documenti della Chiesa guidata dallo Spirito Santo non importa niente. Questo è la stessa via facile che i seguaci di Hitler, o di tutti i dittatori, hanno sempre preso. “Occhio non vede, cuore non duole”, ma duole tanto dopo la morte! “Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli” (Mt 10,32-33).


Questi pastori sono come i mercenari (Gv 10,12) che ricevono il pagamento della gloria umana e di far felici le pecore che vogliono un cristianesimo senza la croce e con la benedizione o almeno l’approvazione silenziosa dei pastori che tutto va bene. “La Chiesa dei simpatici!” Questi pastori non sono pronti di perdere tutto per Cristo, compressi il loro stipendio, titoli, posizioni e stima davanti alle persone come ha fatto Cristo 2000 anni fa sulla croce! “Sono tutti cani muti, incapaci di abbaiare” (Is 56,10) … Cos’è infatti per un pastore la paura di dire la verità, se non un voltar le spalle al nemico con il suo silenzio? Se invece si batte per la difesa del gregge, costruisce contro i nemici un baluardo per la casa d’Israele. Per questo al popolo che ricadeva nuovamente nell’infedeltà fu detto: “I tuoi profeti hanno avuto per te visioni di cose vane e insulse, non hanno svelato le tue iniquità, per cambiare la tua sorte” (Lam 2,14)…” (San Gregorio Magno, papa; Ufficio delle letture; domenica 27, TO).


“MA CHE RAZZA DI PASTORI sono invece quelli che, TEMENDO DI OFFENDERE GLI UDITORI, non solo non li preparano alle tentazioni future, ma anzi promettono loro la felicità di questo mondo, felicità che Dio non promise neppure al mondo stesso!...” (Dal “Discorso sui pastori” di Sant’Agostino, Ufficio delle Letture, 24 TO, venerdì).


Siamo arrivati oggi al punto che i pochi sacerdoti che fanno come il BUON PASTORE, pronti di offrire la vita per le pecore (Gv 10,11), che predicano il Vangelo INTERO e TUTTI gli insegnamenti del Magistero della Chiesa sono etichettati come rigidi, antiquati, insensibili, deficienti nella compassione, creano divisioni, seminano discordia, moralisti, integralisti! Mentre allo stesso tempo “I MERCENARI” (Gv 10,12), i preti e i vescovi che mantengono un silenzio colpevole, quelli che dicono quello che credono che le persone vogliono sentire sono considerati benevoli, comprensivi, simpatici, sensibili pastoralmente e misericordiosi. Certamente è più soddisfacente al nostro egoismo e molto più facile di essere “politicamente corretti” e di andare d’accordo con la gente e un dittatore potente che di seguire la Verità scomoda, che è Cristo crocifisso e umiliato! Questo modo vile di fare le cose non è misericordia autentica o vera! QUESTO È AMORE FALSO, compassione malconsigliata, misericordia falsa, ecumenismo falso, che non porta a paradiso per tutta l’eternità!?! “Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi” (Lc 6,26)! “Amavano infatti la gloria degli uomini più della gloria di Dio” (Gv 12,43). “E come potete credere, voi che prendete gloria gli uni dagli altri, e non cercate la gloria che viene da Dio solo?” (Gv 5,44; Gal 1,10).


Perciò come la profezia di San Francesco ci dice, meritiamo un papa falso che approverà il nostro egoismo che ci porterà alla nostra distruzione. La grande maggioranza dei cattolici, come i loro pastori, non metterà in discussione il grande danno di Amoris Laetitia come ha fatto i 4 cardinali (i “Dubia” – novembre 2016) e più recentemente dieci vescovi e centinaia di sacerdoti. Alla fine questi così detti cattolici, in nome soltanto, accoglierà una messa ecumenica obbligatoria in tutte le chiese pubbliche nel mondo che sarà invalida secondo la verità rivelata nella Rivelazione Divina e spiegata nei documenti della Chiesa. A quel punto non sarà più la presenza reale del nostro Signore Eucaristico in tutte le chiese pubbliche, "il sacrificio quotidiano” (Dan 8,11; 12,11), Che fino a quel punto “IMPEDIVA” “l'uomo iniquo” (2Tess 2,3-4). Questo è lo scopo principale del profeta falso, il papa falso, la seconda bestia del libro dell’Apocalisse, di portare la Chiesa Cattolica a questo sacrilegio, il massimo “ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE” (Mt 24,15; Mc 13,14; 2Tess 2,3-4; Dan 9,27; 11,31; 12,11) per portare tutti ad adorare la prima bestia del libro dell’Apocalisse (ch. 13), l’Anticristo!!! (“L’Eucaristia nelle Catacombe”; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/10/leucaristia-nelle-catacombe.html). In un modo molto furbo e nascosto, con l’aiuto della Massoneria con i mass media, Bergoglio sta portando la Chiesa molto velocemente lontano dalla Verità di Dio, che veramente ci fa liberi (Gv 8,32), nel ciò che Papa Benedetto ha chiamato “la dittatura di relativismo” (“Chi Decide La Verità?”; http://cibo-spir.blogspot.it/2014/06/chi-decide-la-verita.html).


Papa Giovanni Paolo II ha parlato spesso dell’importanza del dialogo, perché con il dialogo ci aiutiamo cercare e scoprire la Verità fuori di noi stessi che viene da Dio, invece di non parlare con quelli che non sono d’accordo con noi, come vogliamo noi la verità e realtà, come fanno i dittatori.
In un’intervista con OnePeterFive (settembre 2017), il Vescovo Atanasio Schneider ha detto che alcune delle “ambigue affermazioni di Amoris Laetitia stanno provocando anarchia morale e disciplinare nella vita della Chiesa”. Mons. Schneider continua: “Questo principio di correzione fraterna all’interno della Chiesa è stato valido in ogni momento, anche verso il papa, e quindi dovrebbe essere valido anche nel nostro tempo. Purtroppo, chiunque nei nostri giorni osi parlare di verità – anche quando lo fa con rispetto nei confronti dei Pastori della Chiesa – è classificato come un nemico dell’unità, come accadde a San Paolo; quando egli dichiarò: “Sono dunque diventato vostro nemico dicendovi la verità?” (Gal. 4,16). … Chi ha paura di indebolire la Chiesa nella sua unità muovendo critiche agli insegnamenti di Papa Francesco si ricordi che il Papa è un servo della Chiesa. Egli è il primo che deve obbedire in modo esemplare alle verità dell’immutabile e perenne Magistero, in quanto egli è solamente un amministratore, non il proprietario, delle verità di Fede. Il Papa deve costantemente legare se stesso e la Chiesa all’obbedienza verso la Parola di Dio. Quando il Papa stesso tollera un’ampia diffusione di evidenti errori di fede e di gravi abusi dei sacramenti (come l’ammissione ai sacramenti di adulteri non pentiti), i vescovi non dovrebbero comportarsi come IMPIEGATI SERVILI che si chiudono nel silenzio.” (“Politicamente Corretto nella Chiesa – EWTN”; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/10/politicamente-corretto-nella-chiesa-ewtn.html).


Questo giuramento di obbedienza cieca al “magistero” di Bergoglio faciliterà molto l’accettazione di una messa invalida, il “Abominio della Desolazione”, e toglierà anche la voce dalla piazza pubblica e eliminerà quasi tutti l’opposizione dai sacerdoti e dai vescovi che rimangono fedeli alla Verità da Dio che non cambia, non la “verità” dal mondo, né dalla Chiesa, e ancora meno dal magistero del papa falso non eletto canonicamente.


Hitler ha bruciato tutti i libri che potevano aiutare ad aprire gli occhi delle persone alla verità e all’inganno del Terzo Reich. Hitler ha ammazzato più intellettuali possibile, quelli che erano capaci di capire l’inganno e poi di comunicare bene questo inganno agli altri. Come Fra Cristoforo indica: “E’ proprio questa la preoccupazione di Bergoglio. Coloro che “resistono”. Non può sopportarlo. E’ più forte di lui.” Ecco il motivo del giuramento di obbedienza cieca a Bergoglio!


La Verità viene da Dio o dalla Chiesa? La Chiesa è l’ancella della Verità o l’Autore della Verità? Il giuramento di obbedienza cieca a Bergoglio vuol dire che Bergoglio è l’autore della verità, non Dio! O piuttosto Bergoglio è dio, come si fanno tanti oggi di farsi piccoli dei quando si scivola nel soggettivismo e relativismo, come hanno fatto i nostri primi genitori: “Ma il serpente disse alla donna: “Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male”.” (Gen 3,4-5). Tanti filosofi moderni ci hanno portato nella “RIVOLUZIONE COPERNICANA” di non cercare più la realtà e la verità fuori di noi stessi attraverso i nostri 5 sensi ma da dentro di noi, come ognuno di noi “diventereste come Dio”. (“Chi Decide La Verità?”; http://cibo-spir.blogspot.it/2014/06/chi-decide-la-verita.html).


Santo Padre Pio ha detto: “Il mondo può più facilmente sopravvivere alla sparizione della luce del sole, che alla sparizione del SACRIFICIO della MESSA.” Questo santo ha detto anche che “l’arma per questi tempi, è il ROSARIO”!


Come Fra Cristoforo indica, ben presto dopo il giuramento obbligatorio di obbedienza cieca, le cose diventeranno più violente contro i pochi sacerdoti e vescovi che rimarranno fedeli alla Verità che non cambia, Che è Gesù Cristo (Gv 14,6). “Perché se accadrà una cosa simile, la battaglia sarà davvero furibonda.” La Beata Vergine, nel messaggio finale, il 13 ottobre 1973, a AKITA, Giappone ci ha detto: “Come vi dissi, se gli uomini non si pentono e migliorino loro stessi, il Padre infliggerà un terribile castigo su tutta l'umanità. Sarà un castigo più grande del diluvio, come non si avrà mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e farà morire una grande parte dell´umanità, i buoni e i cattivi , non risparmiando né preti né fedeli. I sopravvissuti si troveranno così desolati che invidieranno i morti. Le uniche arme che rimarranno per Voi saranno il Rosario e il Segno lasciato a voi da mio Figlio. Recitate ogni giorno, la preghiere del Rosario. Col Rosario, pregate per il papa, i vescovi e i sacerdoti . L´opera del diavolo si infiltrerà anche nella Chiesa in tale modo che vedrete cardinali contro cardinali e vescovi contro altri vescovi. I preti che mi venerano saranno disprezzati e saranno opposti dai loro confratelli. La Chiesa e gli altari saranno danneggiati. La Chiesa sarà pieno di quelli che accettano compromessi e il demonio spingerà molti preti e anime consacrate a lasciare il servizio del Dio. "Il demonio infurierà specialmente contro le anime consacrate” (http://blogcristianocattolico.blogspot.com/2008/01/la-madonna-di-akita-giappone.html).


Come la Madonna spiega molto bene nel Libro, “Ai Sacerdoti Figli Prediletti della Madonna” (http://madonna-sacerdoti.blogspot.it/), questo è il periodo quando il Corpo di Cristo, la Chiesa, sarà crocifissa e sepolta e dopo sarà la risurrezione (CCC 677): “Il mio Avversario crederà un giorno di cantare completa vittoria: sul mondo, sulla Chiesa, sulle anime. Sarà soltanto allora che Io interverrò - terribile e vittoriosa - perché la sua sconfitta sia tanto più grande, quanto più sicura era la sua certezza di aver vinto per sempre. Quanto si sta preparando è cosa tanto grande, che mai cosi è stata dalla creazione del mondo: per questo già tutto è stato predetto nella Bibbia. … Anzitutto è necessario che il mio Nemico abbia l’impressione di avere tutto conquistato, di aver ormai ogni cosa nelle sue mani. Per questo gli sarà concesso d’introdursi anche nell’interno della mia Chiesa e riuscirà ad offuscare il Santuario di Dio. Mieterà le vittime più numerose fra i Ministri del Santuario. QUESTO È INFATTI IL MOMENTO DI GRANDI CADUTE PER I MIEI FIGLI PREDILETTI, PER I MIEI SACERDOTI” (La Madonna a Don Stefano Gobbi; 18 ottobre 1975). (“Solo un Resto Rimarrà Fedele alla Verità”; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/09/solo-un-resto-rimarra-fedele.html).


Nonostante che ci sono pochi vescovi, sacerdoti e laici che hanno tenuto gli occhi aperti ai segni dei tempi e alla strategia del nostro nemico mortale, e sono pronti e disponibili di seguire Cristo crocifisso adesso, “Il sangue dei martiri è il seme dei cristiani” – Tertulliano. E allora alla fine, come la Madonna ha rivelato a Don Stefano Gobbi per questi nostri tempi (22 novembre 1992; “Ai Sacerdoti Figli Prediletti della Madonna”; http://madonna-sacerdoti.blogspot.it/), vedremo l’adempimento delle profezie di Zaccaria: “Oracolo del Signore. Percuoterò il pastore ed il gregge andrà tutto disperso; allora volgerò la mano sopra i deboli. Oracolo del Signore. In tutto il paese, due terzi saranno sterminati e periranno; un terzo sarà conservato. Farò passare questo terzo per il fuoco; lo purificherò come si purifica l’argento e lo proverò come si prova l’oro. Invocherà il mio Nome ed io lo ascolterò; dirò - questo è il mio popolo. - Esso dirà: - il Signore è il mio Dio” (cf. Zec 13:7-9). (“Non Abbandonare la Chiesa”; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/12/non-abbandonare-la-chiesa.html).


L’arrivo di questo papa dittatore non eletto canonicamente era programmato e orchestrato non soltanto dal “Club Mafia di San Gallo” (“Le Dimissioni Forzate di Papa Benedetto XVI”; http://cibo-spir.blogspot.it/2017/01/dimissioni-forzate-papa-benedetto-xvi.html) ma anche prima dai vescovi massonici che hanno seguito gli ordini del Gran Maestro della Massoneria ai Vescovi Cattolici per la distruzione della Chiesa Cattolica (gli ultimi quattro dei 33 direttivi):
30. Dopo che l’Antipapa sarà stato eletto, sciogliete i sinodi dei Vescovi come le associazioni dei Sacerdoti e i consigli parrocchiali. Vietate a tutti i religiosi di porre in discussione, senza permesso, queste nuove disposizioni. Spiegate che Dio ama l’umiltà e odia coloro che aspirano alla gloria. Accusate di disobbedienza nei confronti dell’Autorità Ecclesiastica tutti coloro che pongono interrogativi. Scoraggiate l’Obbedienza verso Dio. Dite alla gente che deve obbedire a questi superiori Ecclesiastici.
31. Conferite al Papa (= Antipapa) il massimo potere di scegliere i propri successori. Ordinate sotto pena di scomunica a tutti coloro che amano Dio di portare il segno della bestia. Non nominatelo però “segno della bestia”. Il Segno della Croce non deve essere né fatto né usato sulle persone o tramite esse (non si deve più benedire). Fare il Segno di Croce verrà designato come idolatria e disobbedienza.
32. Dichiarate falsi i Dogmi precedenti, tranne quello dell’Infallibilità Pontificia. Proclamate Gesù Cristo un rivoluzionario fallito. Annunciate che il vero Cristo presto verrà. Soltanto l’Antipapa eletto deve essere obbedito. Dite alle genti che debbono inchinarsi quando verrà pronunciato il suo nome.
33. Ordinate a tutti i sudditi del Papa di combattere in sante crociate per estendere l’unica religione mondiale. Satana sa dove si trova tutto l’oro perduto. Conquistate senza pietà il mondo! Tutto ciò apporterà all’umanità quanto essa ha sempre bramato: “l’epoca d’oro della pace”.
(“Il Piano Massonico Per La Distruzione Della Chiesa Cattolica”; http://cibo-spir.blogspot.it/2013/11/piano-massonico.html)


Quando le persone hanno liberamente scelto di rimanere separata da Dio nel peccato mortale, non mi meraviglia che le persone possono arrivare fino al punto di credere tale bugie tremende! Gesù Cristo è il Principe della pace” (Is 9,6)! Ma Dio ci darà questa “epoca d’oro della pace” ma non come la bella bugia del capo della Massoneria, Satana!
“Quando questo Papa (Giovanni Paolo II) avrà compiuto il compito che Gesù gli ha affidato ed Io scenderò dal cielo ad accogliere il suo sacrificio, tutti sarete avvolti da una densa tenebra di apostasia che sarà allora diventata generale. Rimarrà fedele solo quel piccolo resto che, in questi anni, accogliendo il mio materno invito, si è lasciato racchiudere dentro il rifugio sicuro del mio Cuore Immacolato. E sarà questo piccolo resto fedele, da Me preparato e formato, che avrà il compito di ricevere il Cristo che tornerà a voi nella gloria, dando così inizio alla NUOVA ERA che vi attende” (La Madonna a Don Stefano Gobbi; 13 maggio 1991).


Un sacerdote che mi viene, non ufficialmente mandato dal vescovo, per spiarmi, mentre me critica per i miei sospetti di Bergoglio, mi ha detto l’altro giorno (27 dicembre 2017), come bello Papa Francesco ha parlato recentemente dell’umiltà e di carità. Gli ho risposto: “È umiltà e carità di non dialogare mai con quattro cardinali in quanto riguarda i “Dubia” e che ci sono problemi gravi con Amoris Laetitia?” Non mi ha risposto. Poi gli ho detto che Gesù ha detto che li riconoscerà dai loro frutti, non dalle loro belle parole. “Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,15-20). Gesù non ha detto “dai loro foglie li riconoscerete”, che sarebbe le belle parole!


Intervista con Vescovo Schneider- i Cattolici NON sono chiamati all’obbedienza cieca al Papa:


17 febbraio 2017 (LifeSiteNews) — Interrogato della confusione nella Chiesa oggi provenendo da Papa Francesco e come i fedeli devono rispondere, un vescovo cattolico prominente ha detto che i cattolici non devono obbedienza cieca al Papa, aggiungendo che l’obbedienza cieca è caratteristica di una “dittatura’, non della Chiesa.
Il Vescovo Atanasio Schneider di Kazakhstan, una dei voci più prolifica nella Chiesa oggi che cerca di difendere la fede cattolica dalle distorsioni anti-vita e anti-famiglia, ha dato i commenti in un intervista con Rorate Caeli e Adelante la Fe.
“Come Cattolici” ha detto che dobbiamo “essere sottomessi (canonicamente) voglio dire, al Papa, al Vicario di Cristo, di accettare la sua autorità, di avere il rispetto per lui, di pregare per lui, e di avere un amore sopranaturale per lui.” Ma, ha aggiunto, “questo non vuol dire l’obbedienza cieca; certamente no, perché non siamo in una dittatura.” “In una dittatura sì, dobbiamo obbedire ciecamente o nell’esercito.”
Piuttosto, Vescovo Schneider ha detto, “la Chiesa è una famiglia dove la discussione è possibile” e anche “la correzione con rispetto e con amore.” Quando questo non è possibile, ha aggiunto, “non c’è un atmosfera vero di spirituale ecclesiale.” Sarebbe un “atmosfera di intimidazione, di repressione, di paura e questo non è l’atmosfera dello Spirito Santo.”
Il Vescovo Schneider ha riflettuto sul esempio di Santa Caterina da Siena, che ha notato, la Chiesa riconosce come una santa e Dottoressa della Chiesa. Mentre ha sempre mantenuto “un rispetto profondo verso il Papa e un amore profondo per lui,” ha detto, lei nonostante “ha scritto alcuni lettere a lui con le critiche dure” e lo ha ammonito correttamente che ha fatto “per amore per lui.”
“Lei ha scritto una lettera al Papa, ‘Santissimo Padre se non si convertirà, per favore si dimette, da’ le sue dimissioni. Scrivo questo dall’amore per la sua persona, per la sua salvezza eterna, e per la Chiesa.’” Questa lettera e l’atteggiamento di fondo, ha detto Schneider, “non è scismatico, e non è contro il Papa in nessun modo.”
Il Vescovo Schneider ha consigliato contro di fare “il Papa un idolo” o di praticare “latria papale” o recentemente una “deificazione” del Papa. Ha suggerito che la crisi attuale nella Chiesa possa rettificare una tendenza verso latria papale nella Chiesa nei ultimi cento anni.
Citando San Tommaso d’Aquino citando da San Agostino, il Vescovo Schneider ha ricordato che “quando San Paolo ha fatto una correzione al primo papa Pietro e ha fatto questo pubblicamente non privatamente.”
San Agostino ha detto che Pietro era così umile e così sapiente che ha accettato questa correzione,” ha detto Schneider. “Non ha detto, ‘Tu sei Paolo, tu sei contro di me. Tu se eretico. Tu sei scismatico.’ No, ha accettato questo con gratitudine e perciò così deve essere il Papa in questi giorni.”
“San Paolo era pubblico e anche oggi, come ha scritto questo nella sua lettera, e la sua lettera è ispirata dallo Spirito Santo per tutte le generazione fino alla fine del mondo, leggeranno la correzione al primo Papa come la parole di Dio.” Come Paolo ha fatto la correzione al primo Papa pubblica, ha detto il Vescovo Schneider, così anche se Paolo fosse vivo oggi “userebbe l’internet” come questo sarebbe simile a usare le sue lettere mandate a tutte le chiese. “Quindi, non c’è nessuno difficoltà o problema a me che i quattro Cardinali hanno pubblicato il loro appello pubblico al Papa.”
In conclusione, il Vescovo Schneider ha appellate ai fedeli, dicendo “il modo più potente” per aiutare con la crisi nella Chiesa, “non è un appello al Papa neanche un tipo di correzione fraterno o filiale.”
Il modo più potente per aiutare il Papa che lui può aiutare la Chiesa di superare questi confusione della dottrina nella Chiesa è per mezzo della preghiera, con la preghiera intense e anche della sofferenza di fare le opere di riparazione, espiazione per il Papa, per la sua anima, per la sua così che possa ricevere da Dio la forza, la luce per confermare tutta la Chiesa in una maniera non ambiguo nella verità come ha fatto San Pietro e quasi tutti i suoi successori.”


Proprio come Cristo era crocifisso e sepolto 2000 anni fa, così anche il Suo Corpo, la Chiesa, sarà crocifissa e sepolta in questo periodo della “grande tribolazione” (Mt 24,21). Soltanto dopo questo, quando sembra che la Chiesa è totalmente morta e sepolta, quando Satana ed i suoi seguaci molto numerosi sembrano di avere la vittoria totale, allora la “Donna vestita di sole” (Apoc 12,1) schiaccerà la testa del “enorme drago rosso” (Apoc 12,3), il serpente antico (Gen 3,15), ed il Cuore Immacolato di Maria trionferà (Fatima, 1917) e ci sarà la Seconda Venuta di Gesù con il Suo Corpo, la Chiesa purificata! Vedremo nel cielo “Donna vestita di sole” il 23 settembre 2017 per la prima volta mai! Visitate: “I Segni di Dio vs. I Segni di Satana” (http://cibo-spir.blogspot.it/2016/12/segni-dio-vs-satana.html).


L’ultima parte dell’omelia del Santo Padre BENEDETTO XVI; Spianata del Santuario di Fatima; 13 maggio 2010: “Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa… Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle apparizioni affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria a gloria della Santissima Trinità.” (http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/homilies/2010/documents/hf_ben-xvi_hom_20100513_fatima_it.html).
(Visitate: “Il PAPA FALSO – Santa Ildegarda”; http://marchiobestia.blogspot.it/2013/02/dimissione-del-papa-benedetto.html).


Il primo bersaglio di Satana è i sacerdoti e i vescovi perché un sacerdote or un vescovo non va a paradiso da solo neanche all’inferno da solo. Tre anni prima della pubblicazione di ‘Humanae Vitae’, l’Arcangelo San Michele a Garabandal, mandato dalla Madonna (Spagna, 1965), ha detto: “Cardinali, Vescovi e sacerdoti camminano in molti sulla via della perdizione e trascinano con loro moltissime anime”!
PREGHIAMO PER I NOSTRI SACERDOTI E VESCOVI che vivessero la loro grande vocazione, con una tale grande responsabilità, alla pienezza, pronti di dare le loro vite per le anime affidate a loro come il Buon Pastore (Gv 10,11), offrendo la Verità di Dio intera e integra, non la “verità” facile del mondo, del quale il suo principe è Satana (Gv 12,31; 14,30)!!! C’era una grande ribellione contro l’enciclico di Papa Paolo VI, ‘Humanae Vitae’! ‘Humanae Vitae’ ha spiegato molto chiaro che l’uso di anticoncezione artificiale, o anticoncezione naturale non per motivi gravi, è un grave, peccato mortale. La mentalità anticoncettiva ha portato velocemente al egoismo invece di altruismo e perciò al divorzio, l’aborto, figli abbandonati, l’eutanasia, le coppie di fatto, le coppie dello stesso sesso e il declino veloce della nostra società.


Don Jo (Joseph) Dwight


P.s.
C'è meno preghiera che mai, più peccato che mai, ancora peggio, l'indifferenza come il peccato non esistesse più, e perciò abbiamo dato tanto potere al “padre della menzogna”, Satana (Gv 8,44). In particolare Satana ha più potere di “mascherarsi come un angelo di luce” (2Cor 11,14), per offrire le sue belle bugie mortali come fossero “la verità che ci fa liberi” (Gv 8,32)!
Perciò è molto importante in questi tempi di grande confusione, quando perfino i vescovi cattolici non sono più d’accordo in quando riguarda le cose fondamentali della fede e della morale, di non soltanto pregare molto e di studiare il Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti, ma di tenere i nostri occhi aperti per non cadere nelle belle bugie di Satana presentate come fossero la Verità!!!
PER GLI AGGIORNAMENTI sugli inganni fondamentali, nascosti e mascherati del antico serpente, visitate uno dei miei siti indici per vedere gli ultimi articoli più importanti:
(e anche I DOCUMENTI DELLA APPROVAZIONE ECCLESIASTICA della TESTIMONIANZA di GLORIA POLO).




Appendice:


Ecco la “Rinnovazione delle Promesse Sacerdotali” dalla liturgia della Messa del Crisma:
RINNOVAZIONE DELLE PROMESSE SACERDOTALI
Dopo l’omelia, il vescovo si rivolge ai presbiteri con queste parole:
“Carissimi presbiteri, la santa Chiesa celebra la memoria annuale del giorno in cui Cristo Signore comunicò agli apostoli e a noi il suo sacerdozio. Volete rinnovare le promesse, che al momento dell’ordinazione avete fatto davanti al vostro vescovo e al popolo santo di Dio?”
Presbiteri: Sì, lo voglio.
Il Vescovo: “Volete unirvi intimamente al Signore Gesù, modello del nostro sacerdozio, rinunziando a voi stessi e confermando i sacri impegni che, spinti dall’amore di Cristo, avete assunto liberamente verso la sua Chiesa?”
Presbiteri: Sì, lo voglio.
Il Vescovo: “Volete essere fedeli dispensatori dei misteri di Dio per mezzo della santa Eucaristia e delle altre azioni liturgiche, e adempiere il ministero della parola di salvezza sull’esempio del Cristo, capo e pastore, lasciandovi guidare non da interessi umani, ma dall’amore per i vostri fratelli?”
Presbiteri: Sì, lo voglio.




Altri Riferimenti (in Italiano ed in Inglese):


'The Dictator Pope' - Mysterious New Book Looks Behind the Mask, of Francis
November 30, 2017
‘Il Papa Dittatore’ – Un Nuovo Libro Misterioso Guarda Dietro la Maschera di Francesco
30 novembre 2017


"Humanae vitae" sotto assedio. Ma dovranno passare sui corpi di Wojtyla e Caffarra
2 febbraio 2018


"Humanae Vitae" Under Siege. But It Will Have To Go Over Wojtyla and Caffarra's Dead Bodies
February 2, 2018


Un subdolo messaggio di Bergoglio ai Vescovi della Correzione Ufficiale di Fra Cristoforo
7 gennaio 2018
A underhanded message of Bergoglio to the Bishops of the Filial Correction di Fra Cristoforo
January 7, 2018


Amoris Laetitia - Cinque Vescovi Coraggiosi Fanno Professione Pubblica di Fedeltà alla Disciplina di Sempre della Chiesa su Matrimonio e Eucarestia - Marco Tosatti
2 gennaio 2018
Amoris Laetitia – Five Couragious Bishops Make a Public Profession of Faithfulness to the Constant Discipline of the Church on Matrimony and the Eucharist - Marco Tosatti


Anonimi della Croce - il regime totalitario in Vaticano di Fra Cristoforo
12 settembre 2017
Anonymous Ones of the Cross – the totalitarian regime in the Vatican by Fra Cristoforo


Bergoglio's New Oath Of Fidelity To 'HIS Bogus Magesterium'
January 10, 2018
Il Nuovo Giuramento di Fedeltà di Bergoglio alla “SUA Fasullo Magistero’
10 gennaio 2018


The Dictator Pope” | The Catholic Thing
December 6, 2017
By Robert Royal
“Il Papa Dittatore” – The Catholic Thing
6 dicembre 2017
Da Robert Royal


Vatican Alert! Francis to Demand Oath of "Fidelity" to Himself and His "Magisterium" from all Clerics in Conciliar Church. Coming in "Months." Who among "us" will take the Oath?
January 10, 2018
Allerta Vaticana! Francesco da Esigere Giuramento di “Fedeltà” a Se stesso e al Suo “Magistero” da tutti I chierici nella Chiesa Conciliare. Fra “Mesi”. Chi fra “noi” farà il Giuramento?
10 gennaio 2018


Breve appunto - continuano i lavori della Commissione (non più riservata) per la messa ecumenica - Prossimo incontro di lavoro il 12 Febbraio 2018, di Fra Cristoforo
11 febbraio 2018
Brief note – they continue the work of the Commission (no longer hidden) for the ecumenical mass – Next working meeting, February 12, 2018, by Fra Cristoforo
February 11, 2018


Breve appunto - il giuramento di fedeltà a Bergoglio, ha inizio da oggi nelle Facoltà di Teologia, di Fra Cristoforo
29 gennaio 2018
Brief note – the oath of fidelity to Bergoglio, began today in the Theological Faculty, by Fra Crostoforo
January 29, 2018


Il Consiglio dei Cardinali dichiara fedeltà al papa
13 febbraio 2017
The Council of Cardinals declares fidelity to the Pope
February 13, 2017


Il giuramento di fedeltà al magistero di Papa Bergoglio (Spiffero LVII) - alcune considerazioni e interrogativi di Finan Di Lindisfarne
17 gennaio 2018
The Oath of fidelity to the Magisterium of Pope Bergoglio (Spiffero LVII) – some considerations and questions by Finan Di Lindisfarne
January 17, 2018


Il papa non risponde ai quattro cardinali - Ma sono pochi quelli che lo giustificano
21 dicembre 2016


The Pope Is Not Answering the Four Cardinals. But Few Justify Him
December 21, 2016


Sei vescovi e un cardinale per la verità sul matrimonio
7 gennaio 2018
Seven bishops and one cardinal for the truth on matrimony
January 7, 2018


Seven bishops publicly call Pope's interpretation of Amoris Laetitia 'alien' to the Catholic Faith
January 10, 2018
Sette vescovi dichiarano pubblicamente l’interpretazione del Papa di Amoris Laetitia ‘estraneo’ alla Fede Cattolica
10 gennaio 2018


Vescovi contro il Papa su Amoris Laetitia - Ecco il nuovo documento
2 gennaio 2018
Bishops against the Pope on Amoris Laetitia – Here is the new document
January 2, 2018


EXCLUSIVE - Bishop Schneider invites world’s prelates to sign Profession of Immutable Truths
January 30, 2018


ESCLUSIVO - Mons Athanasius Shneider invita tutti i Vescovi del mondo a firmare la Correzione Ufficiale – fate girare il più possibile di Fra Cristoforo
31 gennaio 2018


Importantissima presa di posizione ed esortazione di mons Schneider sulla Professione delle verità di fede sul matrimonio
31 gennaio 2018
A very important position and urging taken by Msgr Schneider on the Profession of the truth of faith on matrimony
January 31, 2018


Athanasius Schneider in difesa dei quattro Cardinali - correzione pubblica di Pietro
24 novembre 2016
Athanasius Schneider in defense of the four Cardinals – public correction of Peter
November 24, 2016


L’umiltà di San Pietro nell’accettare la correzione di San Paolo
18 novembre 2016
Humility of Saint Peter in accepting the correction of Saint Paul
November 18, 2016


Bishop Athanasius Schneider: The Pope is not the ‘owner’ of Catholic truths
September 20, 2017, by Romeo Hontiveros
Vescovo Athanasius Schneider: Il Papa non è il ‘proprietario’ delle verità cattolici
20 settembre 2017


Attacks on four cardinals aim to silence the truth, says Bishop Schneider
by Madeleine Teahan
November 24, 2016
Gli attacchi contro i quattro cardinali cercano di zittire la verità, dice Vescovo Schneider.
24 Novembre 2016


«Il Papa non è un sovrano assoluto»
5 febbraio 2018
The Pope is not an absolute sovereign”




Nessun commento: